elisa

Correre verso… la versione migliore di sé!

La grandezza ti abita: devi solo riconoscerla!
Questa consapevolezza sarà il propulsore della corsa più bella a cui un essere umano può partecipare: quella impegnata a costruire la versione migliore di se stesso.
‘Siamo fatti di polvere di stelle’ diceva l’astronomo Carl Sagan… Siamo stati creati a immagine e somiglianza di Dio, lo stesso potenziale di colui che ha creato il cielo e le stelle è stato messo dentro di noi, dice la Bibbia nel libro della Genesi!
Che tu abbia già sentito o no queste frasi, prova a rileggerle perché vorrei farti una domanda: ‘Come risuonano dentro di te?’.
Un’altra: ‘Tu ci credi o pensi sia solo un afflato poetico scritto su un foglio bianco? Frasi per poveri illusi che verranno delusi?’.
Una cosa è certa: solo se ci crederai questa frase diventerà una realtà nella tua vita quotidiana, perché solo ciò che credi si espande.
C’è una corsa più avvincente del conquistare se stessi? C’è una corsa più stimolante?
Sicuramente sì se costruire la versione migliore di noi significa vivere rincorrendo il demone della P come perfezione, sì, se la corsa è fatta nel continuo confronto con ‘un noi’ perfetto, ‘un noi’ che non accetta di poter sbagliare perché ogni sbaglio viene vissuto come un punto in meno, una svalutazione di se stessi! Facciamo attenzione alla proiezione ‘dei se’ ideali: ci distruggonooooooooo!!!!!
Ma…

se correremo concentrati su un’altra P, quella del nostro progresso, accettando con flessibilità di poter sbagliare, di poter provare e non riuscire subito, allora, la stessa sostanza che con flessibilità ci fa accettare lo sbaglio senza colpevolizzarci, ci darà la grinta per rialzarci e riprovarci, correndo un altro miglio verso la meta!
E la sostanza è: l’amore, è un sano affetto verso te stesso che ti dice che hai il potenziale del cielo, ed è sempre l’amore che, quando non ci credi più perché hai sbagliato, ti darà la forza per riprovarci e recuperare per raggiungere il traguardo dei tuoi obbiettivi!
Ricordati poi…

della potente leva del recupero, sì ci dimentichiamo sempre del recupero.
É molto importante citare questa leva verso la vittoria perché non sempre partiamo bene e non sempre ci ricordiamo che possiamo anche RECUPERARE.
Usain Bolt, medaglia d’oro per i 100 e i 200 metri per tre edizioni consecutive ai giochi olimpici(2008,2012,2016), nella semifinale dei 100 metri per i campionati mondiali del 2015 a Pechino recupera a metà gara aggiudicandosi la partecipazione alla finale e poi la vittoria ai campionati.
Queste le sue parole dopo la finale: ‘ Mi ricordo che appena sono partito un ragazzino che è partito di scatto di fianco a me mi ha completamente destabilizzato, ho incespicato: cavolo! Mi è venuto subito il panico e ho pensato: devo tornare in gara immediatamente!’.
Guardalo qui: https://www.youtube.com/watch?v=uZLAPk37kKs

 

ESERCIZIO PRATICO: Non puoi correre senza sapere dove stai andando… O meglio, puoi fare tutto quello che vuoi, ma senza raggiungere i risultati che vuoi.
In questo caso se la corsa ti serve per costruire la versione migliore di te devi sapere quale vorresti fosse la versione migliore di te.
Prendi quindi un foglio di carta che tu puoi appendere dove vuoi: sul tuo frigorifero, metterlo sul tuo comodino così lo vedi quando ti alzi e quando vai a letto, insomma un foglio che metterai in un posto strategico che tu sai che vedrai più volte durante la tua giornata.
Dopodiché separati un tempo e scrivi chi vorresti essere, quali sono le qualità che possono fare di te una persona stra-ordinaria, una persona che è piacevole conoscere, una persona che farà sempre la differenza con le persone che avrà accanto: che cittadino vuoi essere? Che padre o madre vuoi essere? Che amico, sorella ,fratello vuoi essere? Che lavoratore vuoi essere? Che uomo vuoi essere?
Scrivi tutte le qualità che vuoi possedere e poi inizia a depennare quelle che hai già e ad evidenziare quelle su cui vuoi migliorare, e poi… START!!!!!

CONSIGLIO PRATICO: Datti tempo, trai saggezza da questo proverbio africano: “L’elefante si mangia un pezzo per volta” Cerca di raggiungere un obbiettivo alla volta, migliora di te una cosa alla volta, questo ti farà godere la corsa… Yessssss!
Tutto insieme ti farà cadere nel baratro della frustrazione e questo prevede un’azione inevitabile: Getterai la spugna!… Perché sarai scoraggiato dal solito pensiero che distrugge le buoni intenzioni di tutti coloro che cercano di tras-formarsi o fare le cose tutte insieme: ‘Ancora una volta non ce l’ho fatta!’ e questo inconsciamente va ad alimentare la nostra disistima!

P.S. Se vuoi continuare a conoscere strategie pratiche per correre la corsa della conquista ti un ‘te’ migliore,
se l’argomento ti interessa e vuoi sapere come fare, ti aspetto al Ritiro-Vacanza 2018 in Umbria dal 20 al 25 agosto, il modo migliore per vivere le nostre vacanze: rilassandoci, divertendoci, tras-formandoci!
Per maggiori info scrivi a: info@elisarisitano.it .

2 pensieri su “Correre verso… la versione migliore di sé!

  1. Grande elisa sei una risorsa di saggezza accettarsi x quello che si è e protendere per quello che si vorrebbe essere la versione migliore di sé tenendo gli occhi fissi sulle piccole vittorie che conquistiamo e nn alle sconfitte grazie elisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *